Home

ING+ Obiettivo 2022

Più di un progetto, una VISIONE per la professione

il NOSTRO impegno prosegue per il TUO Ordine di domani!

 


ING+ è PIÙ DI UN PROGETTO, è una VISIONE NUOVA per la nostra professione e un metodo di lavoro.
ING+ è un gruppo che da 10 anni sta realizzando un’idea nuova di Ordine professionale aperto alla partecipazione, al coinvolgimento di tutti gli iscritti e alle relazioni costruttive.
ING+ coinvolge tutti i 2700 iscritti, perché è anche il TUO progetto.
ING+ è partecipazione: solo con l’apporto di ciascuno l’Ordine può crescere nella sua identità istituzionale a servizio degli iscritti, nel rapporto con enti e le altre categorie professionali, con i cittadini.
ING+ ha lavorato in piena trasparenza e coerenza ai programmi elettorali degli ultimi due mandati, segno del massimo rispetto verso gli iscritti.

I nostri valori



Crediamo in un Ordine a servizio degli iscritti, convinti che debba rappresentare in maniera forte e decisa la categoria professionale al servizio della Società.
Crediamo in un Ordine al servizio del Paese e della nostra città, nei rapporti con le Amministrazioni locali e con gli enti, attivo sui grandi temi dell’ingegneria in tutte le sue declinazioni, sempre in prima linea nella gestione delle calamità sismiche e idrogeologiche e nella prevenzione sul territorio.
Crediamo alla TRASPARENZA come metodo di lavoro. In modo volontario abbiamo anticipato la normativa rendendo accessibile on line l’attività dell’Ordine e del Consiglio.
Crediamo nella necessità di un ricambio nei ruoli istituzionali. La nostra autoregolamentazione, che anche in questo caso ha battuto sul tempo la normativa, è stata dettata dalla necessità di evitare l’arroccamento in posizioni “di potere”, puntando invece sulle energie nuove di quanti – fra gli iscritti -mettono a disposizione, senza tornaconti, tempo e competenza al servizio dell’Ordine.
Crediamo in una Formazione professionale post laurea di qualità cui abbiamo lavorato in anticipo rispetto all’avvio obbligatorio del gennaio 2014 puntando strategicamente agli spazi della nuova sede agli Ex Magazzini Generali.

La nuova visione



Siamo per un Ordine equo in cui tutte le discipline dell’ingegneria trovano piena rappresentanza perché per noi la multidisciplinarietà, che contraddistingue il nostro gruppo, è un valore.
Siamo per un Ordine solidale e attento verso i colleghi che attraversano momenti di difficoltà assicurando loro l’esenzione della quota. Sosteniamo il periodo di maternità/paternità degli iscritti e ai neoiscritti e ai laureati da oltre 50 anni abbiamo assicurato una quota fortemente agevolata.
Siamo per un Ordine dall’identità “forte” verso l’esterno, verso le categorie professionali, enti e Amministrazioni locali.
Siamo per un Ordine che fa Cultura sui temi dell’Ingegneria e la sa comunicare con efficacia per ridare alla figura dell’ingegnere l’autorevolezza del proprio ruolo nella società.
Siamo un Ordine che fa rete e che guarda a tutte le occasioni di partnership come opportunità per gli iscritti.

Cosa abbiamo fatto



Abbiamo rivoluzionato la Sede

trasferendola in un’area strategica e adeguata alle molteplici esigenze degli iscritti.

Abbiamo rivoluzionato la Segreteria

con uno sguardo attento al personale e alla sua formazione, agli strumenti di lavoro.

Abbiamo rivoluzionato la Formazione

con aule dedicate e puntando alla qualità e alla multidisciplinarietà della proposta. Dal gennaio 2014 abbiamo garantito 120 eventi l’anno: oltre 1000 ore tra lezione frontali, eventi gratuiti e formazione di alto livello a costi contenuti che hanno inciso solo sui fruitori del servizio, nel rispetto della normativa in vigore.

Abbiamo fatto Cultura e l’abbiamo comunicata con efficacia

A dirlo i numeri delle 6 edizioni di OPEN.INGEGNERI APERTI ALLA CITTÀ, la rassegna culturale annuale promossa dall’Ordine dal 2011. 25 le commissioni dell’Ordine coinvolte; 7 giornate dedicate/workshop; 5 grandi eventi (di cui 3 Talks Slidingdoors); 14 mostre; 46 convegni; 13 visite tecniche; 2 Guide tecniche; 3 Numeri Speciali Notiziario Open; 1 Catalogo Mostra Verona in cantiere.

Abbiamo fatto sistema per la professione

con CNI e FOIV, fondando il NETWORK nazionale GIOVANI INGEGNERI; con Regione Veneto, Comune e la Provincia di Verona, Amministrazioni locali, Archivio di Stato, Università degli Studi di Verona, Accademia di Belle Arti di Verona e gli Ordini professionali degli Architetti, Avvocati, Commercialisti di Verona, con Ance Verona, Confindustria Verona, Camera di Commercio, Verona Innovazione e T2i, con VeronaFiere e Fondazione Cariverona, con CUOA e Ufficio scolastico territoriale di Verona, con Verona Network, di cui l’Ordine è tra i soci fondatori. Abbiamo fatto rete con molte altre realtà culturali storiche della città tra cui Conservatorio di Verona, Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere e Società Letteraria di Verona, Biblioteca Civica di Verona e Archivio Generale del Comune di Verona.

Abbiamo rivoluzionato l’approccio verso i giovani ingegneri

con un’attenzione particolare ai neoiscritti e a quanti si approcciano al mondo ordinistico, giovane o meno giovane che sia.  Pensando a loro abbiamo dato il via allo sportello help e ai corsi di avviamento alla professione.
0

Eventi formativi l'anno

0

Ore di formazione l'anno

0

spettatori in 3 eventi Talks

0

Eventi Open

Marcello Simeoni
Marcello Simeoni
Ingegnere meccanico, libero professionista, esperto di sistemi di trasporto verticale. Presidente 3° Collegio di Disciplina.
Abramo Vincenzi
Abramo Vincenzi
Ingegnere gestionale, libero professionista, esperto di organizzazione, business e dinamiche di interazione con il mercato.
Alberto Menegolli
Alberto Menegolli
Ingegnere Industriale, libero professionista ambito progettazione e consulenza impiantistica, energetica ed automazione industriale. Commissione Giovani.
Irene Ferro
Irene Ferro
Ingegnere edile/architetto, libero professionista, progetto edifici a basso impatto ambientale e ad elevata efficienza energetica.
Alessia Canteri
Alessia Canteri
Ingegnere civile specializzata in geotecnica, libero-professionista. Presidente in carica, direttore del Notiziario, nel direttivo CUP.
Silvia Bonetti
Silvia Bonetti
Ingegnere strutturista con specializzazione in ingegneria sismica. Consigliere dell'Ordine nel mandato 2010-2014. Socio sostenitore ISI.
Alessandro Bissoli
Alessandro Bissoli
Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, libero professionista, mi occupo di Consulenza di Direzione. Consigliere dell'Ordine.
Angelo Bertolazzi
Angelo Bertolazzi
Ingegnere edile, svolgo attività di ricerca presso l’Università di Padova. Curatore mostre ed eventi OPEN.
Paolo Bellamoli
Paolo Bellamoli
Ingegnere civile, sono specializzato in progetti internazionali di sviluppo industriale con attenzione alla progettazione strutturale.
Pietro Fanti
Pietro Fanti
Ingegnere civile, libero professionista, mi occupo di progettazione civile ed industriale e di calcolo strutturale.
Alessandro Zuccotti
Alessandro Zuccotti
Ingegnere civile, libero professionista, mi occupo di progettazione strutturale antisismica, direzione lavori e consulenze tecniche.
Giulio Lavagnoli
Giulio Lavagnoli
Ingegnere delle Telecomunicazioni (jr): ambito sicurezza, ambiente, verifiche ispettive su impianti. Delegato Network Giovani Ingegneri.
Gianluca Godi
Gianluca Godi
Ingegnere gestionale nel campo della logistica, consulente per certificazioni di qualità e sicurezza sul lavoro.
Monica Bertoldi
Monica Bertoldi
Dirigente d’azienda, coordino e gestisco progetti multidisciplinari. Membro Commissione Pari Opportunità dell'Ordine e del CUP.
Carlo Reggiani
Carlo Reggiani
Ingegnere Elettronico mi occupo di cicli di produzione del software, cybersecurity e GDPR. Consigliere Ordine.